Regolamento utilizzo attrezzature

REGOLAMENTO PER L’UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE INCLUSE QUELLE ACQUISITE NELL’AMBITO DELLA CONVENZIONE UNIVERSITA’-REGIONE E.R. RELATIVA AL POR FESR 2007-2013 “ATTIVITA’ I.1.1 CREAZIONE DI TECNOPOLI”

1. Oggetto e scopo
Il presente regolamento ha come oggetto le modalità di gestione e di utilizzo delle strumentazioni conferite al Centro Interdipartimentale RFID&VISLABS dai Dipartimenti afferenti e delle strumentazioni acquisite direttamente dal  Centro,  al  fine  di  massimizzare  l’utilizzo  e  la condivisione delle risorse strumentali acquisite nell’ambito della convenzione Università-Regione Emilia-Romagna relativa alla creazione del Tecnopolo.

2. Applicabilità

Il presente regolamento si applica alle strumentazioni elencate nella Lista (Allegato I).

3. Responsabilità

Il rispetto del regolamento spetta al personale del Centro responsabile della gestione, dell’utilizzo e della manutenzione delle strumentazioni.

4. Modalità operative

4.1 – Identificazione e rintracciabilità

Ciascuna strumentazione è identificata con un codice di presa in carico, riportato in una etichetta applicata alla strumentazione stessa.

Per ciascuna strumentazione è allestita una scheda identificativa (Allegato I) contenente i seguenti dati:
-   descrizione della strumentazione;
-   funzionalità;
-   collocazione;
-   modalità di utilizzo;
-   condizioni d’uso;
-   contatto (responsabile della strumentazione);

La compilazione iniziale e gli aggiornamenti della scheda sono a cura del responsabile della strumentazione.

4.2 – Utilizzo
Il Centro garantisce un numero minimo di 5 giorni lavorativi al mese da dedicare all’utilizzo delle attrezzature da parte degli utenti dei Centri e Laboratori della Rete dell’Alta Tecnologia e delle Imprese della Regione Emilia Romagna.
L’utilizzo delle attrezzature da parte di utenti esterni al Centro avviene attraverso un servizio garantito dal personale del Centro che possiede le necessarie competenze ed abilitazioni.
Le apparecchiature sono messe a disposizione dei soggetti di cui all’articolo 4.5 del presente regolamento attraverso due modalità:
1)        nell’ambito di contratti di ricerca specificamente regolamentati;
2)        mediante prestazioni a pagamento.
Gli   utenti   esterni   potranno   assistere   all’esecuzione   delle   misure   o   delle   analisi   previa autorizzazione del Direttore del Centro che potrà essere concessa solo in seguito a:

1) accettazione esplicita del codice comportamentale per i visitatori (documento interno del
Centro);

2) stipula a carico dell’utente esterno di una specifica copertura assicurativa per gli infortuni e la responsabilità civile.

Gli utenti interni di cui all’articolo 4.5 del presente regolamento potranno accedere alle apparecchiature anche per fini di ricerca istituzionale. Per ciascuna strumentazione è allestito un registro di utilizzo contenente i seguenti dati:
-   richiedente;
-   ambito di utilizzo (ricerca interna, contratto di ricerca o conto terzi);
-   prenotazione (data e orario);
-   utilizzo effettivo (data e orario);
-   materiali a perdere utilizzati.

La compilazione del registro è a cura del personale abilitato all’utilizzo della strumentazione.

4.3 – Manutenzione

Il responsabile di ciascuna strumentazione si assicura che essa sia mantenuta correttamente funzionante da parte del personale abilitato al suo utilizzo e provvede a disporre gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria suddividendone il costo tra gli utenti che ne hanno fatto uso, in proporzione a quanto  annotato  sul registro  di utilizzo  della strumentazione stessa a partire dall’ultima manutenzione effettuata. Il costo sarà sostenuto utilizzando fondi derivanti da contratti e prestazioni a pagamento degli utenti che ne hanno fatto uso.

4.4 – Costi

I costi di utilizzo di ciascuna strumentazione sono a carico degli utilizzatori secondo il Tariffario (Allegato II), il quale prevede tariffe differenziate in base al tipo committenza (interna ed esterna al Centro) e che deve essere aggiornato quando necessario e, comunque, revisionato annualmente anche sulla base dei dati di utilizzo effettivo delle singole strumentazioni.

4.5 – Utenti della strumentazione.
Gli utenti della strumentazione del Centro possono essere interni o esterni.
Gli utenti interni sono i componenti del Consiglio del Centro.
Gli utenti esterni sono coloro che provengono da altri Centri e Laboratori della Rete dell’Alta Tecnologia e delle Imprese della Regione Emilia Romagna, dai ricercatori dell’Università di Parma che non appartengono al Consiglio del Centro, da altri Atenei, da Enti di Ricerca pubblici o privati.

4.6 – Procedure di utilizzo della strumentazione
L’utilizzo diretto della strumentazione è concesso esclusivamente agli utenti interni abilitati definiti dal Consiglio. L’abilitazione all’utilizzo è definita dal Consiglio del Centro sulla base di protocolli specifici per ciascuna strumentazione, sentito il Responsabile della strumentazione.

L’utilizzo da parte di utenti esterni prevede un servizio garantito dagli utenti interni abilitati attraverso contratti o prestazioni conto terzi stipulati col Centro, il cui Responsabile Scientifico è un membro del Consiglio del Centro.
L’utilizzo della strumentazione del Centro da parte degli utenti interni avviene secondo regole approvate dal Consiglio e specifiche per ogni tipo di strumentazione, e previa prenotazione via mail al contatto indicato in Allegato I.

Art. 5 Pubblicità

Il presente regolamento è pubblicato nel sito web del Centro all’indirizzo www.RFID.vislab.it.

Art. 6 Modifiche del Regolamento

Le proposte di modifica o di integrazione del presente regolamento devono essere approvate dal
Consiglio del Centro.
Ogni modifica o variazione del presente regolamento e dell’allegato, approvata dal Consiglio del
Centro, dovrà essere comunicata a cura del Direttore alle competenti autorità accademiche.